Sul sito Gse è possibile utilizzare una modalità semplificata di invio della comunicazione (preventiva e consuntiva) necessaria al fine di usufruire del credito d’imposta per gli investimenti in beni strumentali “industria 4.0 e R&S”

La comunicazione preventiva, nonché comunicazione a completamento, è richiesta per poter monitorare la fruizione dei crediti di imposta per gli investimenti in beni strumentali “industria 4.0 e R&S” effettuati dal 2024.  La comunicazione consuntiva è necessaria per poter compensare gli investimenti “Industria 4.0” relativi al 2023 maturati ma non ancora fruiti.

Nello specifico per gli investimenti:

  • dal 30/03/2024 va eseguita:
  • una comunicazione preventiva nella quale indicare gli investimenti programmati da tale data con la presunta ripartizione degli anni del credito di imposta e la relativa fruizione;
  • una comunicazione consuntiva aggiornata all’atto del completamento per gli investimenti dal 01/01/2024 al 29/03/2024;
  • dal 01/01/2023 al 31/12/2023 è richiesta:
  • una comunicazione consuntiva a completamento degli investimenti.

Il MiMiT ha approvato due modelli utilizzabili per le suddette comunicazioni con la specifica che la presentazione costituisce il presupposto per la fruizione dei crediti d’imposta in esame in compensazione nel modello F24.

MODALITA’ DI COMUNICAZIONE

L’invio della comunicazione preventiva e consuntiva doveva essere effettuato inviando al GSE, tramite PEC. La semplificazione permette l’attivazione dal 18.5.2024 con la registrazione nell’Area Clienti del proprio sito Internet https://www.gse.it/, accedendo all’applicazione “Transizione 4.0 – Accedi ai questionari” e selezionando la tipologia di investimento, ossia:

  • investimenti in beni strumentali nuovi, funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese;
  • investimenti in attività di ricerca e sviluppo, innovazione tecnologica, design e ideazione estetica.