Notizie in Pillole dal 28 marzo 2024 al 03 aprile 2024 (fonte: Agra press)

AUDIZIONE DIRETTORE AGEA VITALE IN COMMISSIONI CAMERA E SENATO

4294 – roma (agra press) – le commissioni riunite agricoltura della camera e industria, commercio, turismo, agricoltura del senato hanno ascoltato oggi in audizione il direttore dell’agenzia per le erogazioni in agricoltura agea, fabio VITALE, sulle attivita’ dell’agenzia per il sostegno del comparto. qui la documentazione utilizzata dal dg link: bit.ly/3VEjEVP. nel suo articolato intervento, VITALE ha ripercorso le iniziative intraprese a partire dal suo insediamento a fine novembre 2022, “per riorganizzare strategicamente, potenziare la struttura e il personale, informatizzare l’ente, cosi’ da renderlo di effettivo supporto all’applicazione e al pagamento dei contributi della pac”. molto c’e’ ancora da fare ma il cambio di passo e’ stato certificato anche dalla commissione europea, grazie a una migliore interlocuzione e soprattutto alla velocizzazione dei pagamenti, per i quali ora l’italia e’ prima in europa, ha sottolineato. “al 31 marzo, sulla pac 2023 – ha affermato VITALE – agea ha erogato oltre 2,5 miliardi, pari al 60% del totale. nel complesso tutti gli organismi pagatori regionali hanno erogato 4,25 miliardi di euro”, grazie anche al ruolo di indirizzo effettivamente svolto da agea a livello nazionale. tra le novita’ evidenziate, VITALE ha riferito l’impegno nella lotta e nella prevenzione delle frodi e al contrasto dell’illegalita’. un esempio riportato e’ stato quello dei percettori di aiuti di oltre 100 anni di eta’, che sarebbero 256, pari – ha evidenziato il presidente della commissione IX del senato luca DE CARLO (fdi) – al 20% degli italiani ultracentenari. “la pac – ha affermato il dg di agea – vale il 30% del reddito degli agricoltori ed e’ fondamentale per gli investimenti. i soldi recuperati sono quindi importanti per migliorare le performance delle imprese agricole”. “dal 2024 poi – ha aggiunto – entra in vigore una vera rivoluzione, con l’introduzione della domanda unificata per lo sviluppo rurale e gli aiuti diretti, precompilata. l’agricoltore – ha spiegato – sapra’ in anticipo quanto prendera’, potendo cosi’ programmare le sue attivita’”. inoltre – ha continuato – la carta dei suoli sara’ dentro al fascicolo aziendale, che sara’ aperto tutto l’anno, consentendo anche di avere maggiore consapevolezza nella gestione del rischio e nella stipula delle assicurazioni. da parte sua il deputato stefano VACCARI (pd) ha criticato la relazione, per la mancanza di quelle informazioni che erano il tema dell’audizione e cioe’ le attivita’ a sostegno del comparto agricolo per l’applicazione della pac. tra le domande di VACCARI, la richiesta di dati sull’effettiva ripartizione territoriale e per categoria degli stanziamenti e se sono gia’ state portate al masaf, da parte di agea, valutazioni sulla proposta di revisione della pac, in particolare per quanto riguarda la semplificazione. “inviero’ a VACCARI la documentazione richiesta – ha risposto VITALE, aggiungendo, come precisazione, che “quello che agea non ha fatto e’ quello che non c’era nel psp, scritto nel 2021. per la zootecnia – ha spiegato – era scritto che i controlli dovevano essere fatti entro il 31 dicembre di ogni anno. quest’anno modificheremo la norma e chiederemo di anticiparli a settembre per poter pagare gli allevatori come gli altri agricoltori”. il senatore giorgio maria BERGESIO (lega) ha espresso apprezzamento “per la presa di coscienza dell’istituto per il suo importante ruolo e per la puntualita’ nell’erogazione dei fondi per la gestione del rischio”. “e’ stata fatta la valutazione del rischio – ha ribattuto VITALE – e sono state sbloccate le domande 2015-2019. con agricat sono stati sbloccati i primi 50 milioni per rischi catastrofali e si sta costruendo una piattaforma condivisa per la gestione del rischio”. sui controlli antifrode, sempre rispondendo a BERGESIO, VITALE ha spiegato che agea ha stipulato un protocollo con la guardia di finanza e uno con l’inps, quest’ultimo per il controllo della condizionalita’ sociale. “tutti i dati contro la criminialita’ – ha affermato – saranno messi a disposizione dell’autorita’ giudiziaria”. alla domanda di BERGESIO se agea fara’ una campagna promozionale a favore dei giovani per il loro inserimento anche in sistemi complessi come ad esempio le filiere, VITALE ha risposto che ci saranno certamente iniziative, tra le quali una con il masaf per l’individuazione e la valorizzazione di 90 mila km quadrati di terreni risultati ammissibili alla pac non coltivati e non richiesti all’ue. “abbiamo perso 700 milioni di euro l’anno per 5 anni – ha detto – ma faremo advartising per dire ai giovani come occuparli in maniera produttiva”. l’intervento della senatrice gisella NATURALE (m5s) ha sollevato il problema della limitazione dell’attivita’ degli agronomi liberi professionisti causata dall’obbligatorieta’ – per realizzare un maggiore controllo -, per gli agricoltori, di rivolgersi ai caa-centri assistenza agricola per lo svolgimento delle pratiche pac. il dg di agea ha negato questa limitazione affermando che “i liberi professionisti possono costituirsi in caa come societa’, strutturandosi come agea”.

COMUNICATO DI AGEA SU AUDIZIONE DIRETTORE VITALE

4298 – roma (agra press) – un comunicato stampa di agea informa che: “oggi, nell’aula convegni di palazzo carpegna del senato, le commissioni riunite agricoltura camera e industria, commercio, turismo, agricoltura senato hanno svolto l’audizione del direttore generale dell’agenzia per le erogazioni in agricoltura (agea), fabio VITALE, sulle attivita’ dell’agenzia per il sostegno del comparto. una panoramica generale, quella presentata dal direttore, che ha affrontato tutti gli aspetti legati all’attivita’ istituzionale dell’agenzia. ‘per parlare di cosa facciamo, dobbiamo sapere chi siamo. il nostro insediamento nel dicembre 2022 ha prima di tutto analizzato lo stato dell’arte di agea, le sue performance e le modalita’ con cui venivano gestiti i processi amministrativi particolarmente rilevanti, al fine di valutare i possibili margini di miglioramenti’, ha esordito VITALE. la prima parte dell’audizione ha pertanto evidenziato la rivoluzione organizzativa e gestionale portata dalla nuova amministrazione. si e’ proceduto a definire metodologie operative innovative – sostenute da un importante piano di rivoluzione tecnologica – e nuove assunzioni; si e’ posta la massima attenzione al miglioramento della comunicazione con l’utenza ma soprattutto si e’ impostata per la prima volta nella storia di agea la valorizzazione del proprio patrimonio informativo. ‘siamo l’agenzia dei dati, una risorsa che, se messa a sistema, puo’ convogliare in modo diretto e corretto gli aiuti e i ristori messi a disposizione dall’europa a favore degli agricoltori. la nostra e’ una responsabilita’ unionale e stiamo lavorando per coinvolgere tutti gli interlocutori della filiera (chiaro il riferimento ai caa) per attuare quello sforzo organizzativo e la tanto invocata semplificazione delle procedure burocratiche’, ha sottolineato VITALE. entrando nello specifico dei dati presentati, e’ stato sottolineato come agea, relativamente all’esercizio finanziario 2024, abbia erogato finora circa 2,5 miliardi di euro nei confronti di 458.048 aziende ‘pagamenti che porteremo a termine entro il 31 maggio 2024’ ha annunciato VITALE, anticipando la tempistica prevista dalla normativa comunitaria che fissa il termine al 30 giugno 2024”.

AGRITURIST (CONFAGRICOLTURA) ALLA FIERA DEL CICLOTURISMO DAL 5 AL 7/4 A BOLOGNA

4264 – roma (agra press) – “‘quello in bici, in grande espansione, rappresenta una fetta importante del turismo dell’esperienza, proposto da numerosi nostri agriturismi. anche per questo motivo abbiamo deciso di partecipare per la prima volta alla rassegna bolognese, con l’obiettivo di diffondere le iniziative che caratterizzano l’offerta delle nostre aziende, anche in questo settore’, afferma augusto CONGIONTI, presidente di agriturist (confagricoltura) annunciando la presenza dell’associazione alla manifestazione ‘fiera del cicloturismo’, in programma dal 5 al 7 aprile a bologna”. lo rende noto un comunicato di agriturist (confagricoltura), che cosi’ prosegue: “l’italia e’ una destinazione ambita tra i biker, con circa 33 milioni di presenze nel 2022 e un impatto economico diretto pari a 4,1 miliardi di euro (stime isnart). due terzi dei cicloturisti erano stranieri e hanno speso, in media, 3.750 euro per una settimana. tra le preferenze dei biker: escursioni, prodotti enogastronomici, degustazioni e sagre. gli agriturismi sono il naturale punto di sosta per i percorsi in bicicletta. agriturist in fiera presenta i pacchetti per una vacanza su due ruote, per un’esperienza da protagonisti di un soggiorno indimenticabile che unisce il buon cibo e al buon vino, il divertimento allo sport e alla natura. moltissimi agriturismi offrono anche il noleggio di bici. in lazio tre strutture (buonasera a civita di bagnoregio, le vigne di bolsena e il tesoro di acquapendente) presentano pacchetti dedicati (1/5 maggio, 10/12 maggio, 10/12 giugno e 6/13 settembre) per esplorare su due ruote natura e cultura della regione, con andrea PESETTI, guida fci, specializzata in cicloturismo. il veneto, che ospita il 31% tra produttori di biciclette e componenti, va percorso su due ruote in una dimensione lenta e leggera. in fiera l’agriturismo casa pisani di padova presenta le iniziative dedicate. l’emilia-romagna e’ in prima linea per accogliere la piu’ importante competizione cicloturistica del mondo, pronta a ospitare nelle proprie strutture bike-friendly chi voglia seguire i professionisti delle due ruote. l’iniziativa ‘benvenuto tour de france’ e’ promossa da agriturist regionale insieme al club d’eccellenza agricycle. ‘il turismo dell’esperienza, come il cicloturismo, e’ un segmento destinato a crescere ancora. l’agriturismo – conclude CONGIONTI – e’ un’attivita’ diffusa su tutto il territorio nazionale e, nelle nostre strutture, i biker possono usufruire di servizi organizzati che vanno sempre piu’ incontro alle esigenze di chi viaggia in bici’.”.

AGEA ANNUNCIA LA SEMPLIFICAZIONE DELLA BUROCRAZIA CON DOMANDA UNIFICATA PAC ATTRAVERSO INTEGRAZIONE SISTEMI

4186 – roma (agra press) – “agea ha avviato una vera e propria innovazione culturale dando una nuova interpretazione della sua specifica funzione istituzionale e portando ad una progressiva riorganizzazione delle strategie gestionali e degli strumenti di comunicazione con i propri utenti e gli stakeholder di riferimento”. lo rende noto un comunicato di agea, che cosi’ prosegue: “una forma di riorganizzazione che punta sulla centralita’ dell’agricoltore, messo ora nelle condizioni di recuperare una forte identita’ e, soprattutto, un’attiva partecipazione per quanto concerne l’accesso agli aiuti e ai ristori stabiliti dalle norme unionali e gestiti dall’agenzia. il tratto distintivo di tutta l’attivita’ messa in campo e’ la semplificazione, approccio delineato da agea a partire dal 2024 e attivato attraverso un cronoprogramma dettagliato e stringente che prevede la validazione del fascicolo aziendale attraverso il sistema di identificazione delle parcelle agricole (sipa) e l’applicazione automatica dell’ams (area monitoring system). e’ realmente la chiave di volta del sistema degli aiuti degli interventi sigc della pac perche’ il fascicolo aziendale integrato con i dati del quaderno di campagna (qdca) consente finalmente di presentare una domanda unificata (una sola e non piu’ come fino a d oggi tante quanti sono i singoli interventi della pac). inoltre, i controlli saranno automatizzati in maniera preventiva senza la necessita’ di ulteriori visite ispettive a carico all’agricoltore soprattutto per i cosiddetti controlli aziendali riferiti alla verifica degli impegni dei trattamenti dei fitofarmaci. una volta entrato a regime questo nuovo modello, sottolinea agea, consentira’ agli agricoltori di chiedere aiuti e ristori in modo automatico e di attuare la cosiddetta agricoltura di precisione. entriamo nello specifico: l’applicazione del concetto di semplificazione fa riferimento alla circolare agea n. 21371/2024 del 14 marzo 2024 che ha per oggetto l’integrazione delle componenti del ‘fascicolo aziendale, del nuovo sipa e dell’ams a partire dalla campagna 2024′. si aprono ufficialmente i termini per presentare la domanda unica della pac sia sul primo pilastro sia sugli interventi a superficie dello sviluppo rurale. la circolare detta nuove norme operative delle suddette componenti il cui fulcro ruota intorno al fascicolo aziendale e al quaderno di campagna. facciamo chiarezza: il quaderno di campagna dell’agricoltore era gia’ previsto nell’articolo 4 del decreto ministeriale 1° marzo 2021 n. 99707, e ieri come oggi mira ad evidenziare le informazioni detenute dalle aziende relative al registro dei trattamenti e delle fertilizzazioni che costituiscono elemento obbligatorio del fascicolo aziendale. i dati del qdca, qualora forniti dall’agricoltore e messi a disposizione degli organismi pagatori (op) e dei caa, vengono ritenuti, dalla circolare agea, come controlli di plausibilita’ (cioe’, controlli equivalenti) e sostituiscono i controlli aziendali. occorre specificare che il qdca fa parte del fascicolo aziendale e non e’ obbligatorio ma dovra’ essere recepito dagli op. questi hanno facolta’ di adottarlo e, in caso positivo, devono seguire le regole comuni di coordinamento definite nella circolare agea per quanto concerne conformita’ e coerenza. la domanda e’: chi compila il qdca? i caa, direttamente gli op ma anche gli stessi agricoltori attraverso l’accesso al proprio fascicolo aziendale. la ridda di polemiche circa la complessita’ e l’articolazione eccessivamente burocratica della compilazione di questi nuovi strumenti a disposizione degli agricoltori cede quindi alla linearita’ operativa di quanto fin qui detto: il qdca e’ un incentivo per l’agricoltore stesso a fornire i dati della propria realta’ aziendale attraverso un applicativo sviluppato nell’ambito del sian che deve essere considerato una guida, un sistema nuovo di interlocuzione tra la pubblica amministrazione e gli utenti (agricoltori) e un modo proattivo per evitare errori procedurali che potrebbero trasformarsi in mancati pagamenti. in conclusione, la circolare agea si pone l’obiettivo di semplificare e rendere maggiormente lineari le procedure imposte dalle norme unionali e da quella nazionale in un ambito integrato e nell’interesse degli agricoltori. e’ un’opportunita’ e non un’imposizione!”.

CONFAGRICOLTURA ER: ALLA FIERA DEL CICLOTURISMO 5-7 APRILE PARTE L’INIZIATIVA ‘BENVENUTO TOUR DE FRANCE’

4182 – bologna (agra press) – “agriturismi in prima linea per accogliere la piu’ importante competizione cicloturistica del mondo, pronti a ospitare nelle proprie strutture bike-friendly chiunque voglia seguire i professionisti delle due ruote”. lo afferma un comunicato di confagricoltura emilia-romagna e agriturist emilia-romagna, che cosi’ prosegue: “prendera’ il via alla fiera del cicloturismo, dal 5 al 7 aprile a bologna, l’iniziativa ‘benvenuto tour de france’ promossa da agriturist emilia romagna insieme al club d’eccellenza agricycle. ‘il turismo lento convince sempre di piu’ sia italiani che stranieri, la bike economy corre. vogliamo proporre itinerari di respiro internazionale prima e durante la grande boucle, agri-tour in bici e soste del gusto con specialita’ gastronomiche locali – confetture, formaggi e salumi – che abbracciano i simboli della panetteria francese, baguette e croissant, per promuovere le tappe del tour in emilia-romagna e accompagnare gli amanti del ciclismo lungo i percorsi chiave puntellati da viti e olivi, passando per aziende agricole, cantine e caseifici’, spiega gianpietro BISAGNI presidente di agriturist emilia romagna e del club d’eccellenza agricycle, associazioni agrituristiche che da sempre soddisfano le esigenze del turismo ricreativo, sportivo e culturale puntando su mobilita’ sostenibile, cammini lenti e attivita’ esperienziali. sono tanti i luoghi di passaggio della leggendaria corsa in bici da premilcuore a santa sofia, sarsina e novafeltria (il 29 giugno nella prima tappa in partenza da firenze per tagliare il traguardo a rimini), poi da cesenatico a faenza, riolo terme, imola fino a bologna (il 30 giugno) e il giorno successivo la terza tappa da piacenza a torino. ‘e’ un’occasione unica che ci vede protagonisti con la nostra ospitalita’, accoglienza familiare per far conoscere aree interne e comunita’ rurali, sviluppare i flussi turistici e attirare nuovi visitatori dall’estero’, aggiunge BISAGNI. positivo il bilancio delle festivita’ pasquali, vola la ristorazione in agriturismo con sale piene a pasqua e pasquetta; bene i soggiorni e pernottamenti di una o piu’ notti. ‘siamo fiduciosi anche per i ponti di aprile. a trainare le presenze saranno gli stranieri, principalmente svizzeri, francesi, belgi e olandesi. il turismo internazionale e’ in crescita, ora ci attendiamo un ulteriore incremento grazie al tour de france’, conclude il presidente regionale di agriturist”.

FORAGRI, ONLINE SITO RINNOVATO PER OFFRIRE INFORMAZIONE PIU’ PUNTUALE SU ATTIVITA’ E MISSION

4155 – roma (agra press) – “foragri ha realizzato il restyling del proprio sito web www.foragri.com, con l’intento di offrire a tutti gli utenti un’informazione piu’ puntuale sulle proprie attivita’ e sulla propria mission, per una formazione sempre piu’ rispondente ai bisogni delle imprese e dei lavoratori”. lo rende noto un comunicato di foragri, che cosi’ prosegue: “l’obiettivo e’ anche quello di migliorare la funzionalita’ e l’immagine del fondo per renderlo sempre piu’ attrattivo in questo cambiamento d’epoca che a tutti chiede un supplemento d’impegno. nel nuovo sito e’ stato pubblicato il testo del nuovo avviso che presenta molte novita’, a partire dalla individuazione di risorse determinate a quelle aziende che presenteranno piani formativi legati alla promozione della certificazione sulla parita’ di genere. altre novita’ riguardano i tempi di svolgimento di tutte le attivita’, per renderle trasparenti e venire incontro alle necessita’ delle aziende e dei lavoratori. grande soddisfazione e’ stata espressa dal presidente e dal direttore del fondo, vincenzo CONSO e michele DISTEFANO, che hanno pure ribadito la volonta’ a proseguire in questo impegno di rinnovamento e di sviluppo del fondo stesso”.

GIANSANTI (CONFAGRICOLTURA) ALLA FNSEA, SERVONO POLITICHE UE PIU’ ORIENTATE A COMPETITIVITA’ E REVISIONE PAC

4098 – dunkerque (agra press) – “‘francia e italia, che hanno fondato l’europa unita, credono profondamente nell’ue. e in un’ottica europea, nell’attuale contesto geopolitico, e’ fondamentale comprendere il nostro futuro e la strategia agricola da mettere in atto per tutelare la competitivita’ e il rafforzamento del settore primario’, ha detto il presidente di confagricoltura, massimiliano GIANSANTI, al 78° congresso fnsea (federation nationale des syndicats d’exploitants agricoles), in corso a dunkerque, in francia, dove confagricoltura ha partecipato come unica associazione agricola italiana”. lo rende noto un comunicato di confagricoltura, che cosi’ prosegue: “GIANSANTI ha ribadito quanto sia indispensabile garantire ai consumatori sicurezza alimentare e che l’europa abbia un’agricoltura forte. ‘per questo serve una profonda revisione della pac, come confagricoltura sostiene gia’ dal 2018, affinche’ – ha affermato – torni ad essere una politica capace di assicurare anche un giusto reddito agli agricoltori’. il presidente di confagricoltura ha poi sottolineato quanto siano fondamentali la semplificazione burocratica, la reciprocita’ di regole all’interno del mercato, la ricerca e l’innovazione per affrontare le sfide dei cambiamenti climatici e di una popolazione in costante aumento. ‘gli agricoltori chiedono certezze e di essere messi nelle condizioni di poter produrre” – ha aggiunto – le politiche adottate dall’ultima commissione ue guardano all’ideologia ambientalista piu’ che alla competitivita’: di qui la necessita’ di un cambio di passo’. ‘come agricoltore sono convinto che siamo stati tutti colpiti nel nostro orgoglio per troppo tempo: a bruxelles, secondo l’opinione pubblica, alcuni politici hanno ritenuto che gli agricoltori non fossero necessari e che si opponessero al modello economico che era stato elaborato. invece – ha concluso GIANSANTI – noi siamo i primi amici dell’ambiente, siamo fieri di cio’ che facciamo e vogliamo essere attori importanti, producendo cibo sano e sicuro’.”.

PESTE SUINA: CONFAGRICOLTURA PIACENZA, DALLA CABINA DI REGIA ANCORA TROPPI “FAREMO”

4118 – piacenza (agra press) – “apprendo che nella cabina di regia riunitasi ieri e’ stata riferita la volonta’ di istituire altri centri di raccolta per le carcasse”, afferma in un comunicato il presidente di confagricoltura piacenza filippo GASPARINI. “non mi pare dunque – aggiunge – che nel frattempo sia cambiato molto” dalla denuncia di qualche giorno fa di confagricoltura emilia-romagna che affermava “che siamo sostanzialmente fermi”. “a piacenza, la linea di guerra contro la psa, siamo ancora ai ‘faremo’ – sostiene GASPARINI – mentre a parma, con una situazione emergenziale di molto inferiore, hanno gia’ a disposizione piu’ di 15 celle di stoccaggio”.

“MONDO AGRICOLO”: ASSEMBLEA STRAORDINARIA A BRUXELLES DIECI PUNTI PER CAMBIARE LA PAC E VINITALY

4029 – roma (agra press) – e’ disponibile online il n. 3/2024 del mensile di confagricoltura nazionale il mondo agricolo. i dazi sull’export russo, la sospensione della legge sul ripristino della natura, i segnali positivi dall’ue rispetto alle richieste dal settore primario europeo sono i temi di attualita’ affrontati in questo numero, con un approfondimento sull’assemblea straordinaria tenuta da confagricoltura a bruxelles, durante la quale l’organizzazione ha presentato il suo piano in dieci punti per modificare la nuova pac. in evidenza anche il settore del vino, con approfondimenti e il programma di iniziative di confagricoltura al prossimo vinitaly. la rivista e’ disponibile a questo link https://www.confagricoltura.it/ita/mondo-agricolo