Confagricoltura è intervenuta sul MASAF per evidenziare le criticità legate al termine di presentazione delle domande di sostegno per l’ammodernamento dei frantoi oleari indicato al 15gennaio 2024. Si ricorda che il bando prevede l’erogazione di 100 milioni di euro di contributi per migliorare la sostenibilità del processo di trasformazione dell’olio extravergine di oliva concessi nella forma di contributo in conto capitale. I beneficiari sono le aziende agricole e le imprese agroindustriali, titolari di frantoi oleari, che effettuano estrazione di olio extravergine di oliva.

A seguito delle sollecitazioni ricevute, Confagricoltura ha indirizzato con una nota al Dipartimento competente una istanza al MASAF affinché sia presa in considerazione l’opportunità di consentire un differimento della scadenza del 15gennaio per consentire una maggiore partecipazione al bando. Confagricoltura è stata l’unica organizzazione agricola ad impegnarsi in merito. L’iniziativa ha riscosso un certo successo: conseguentemente il MASAF ha organizzato per il giorno 11 gennaio 2024 una riunione con le Regioni per valutare l’interesse al rinvio. Il 12 gennaio, nel pomeriggio, il Ministro Lollobrigida ha firmato il decreto che sancisce la possibilità di proroga concedendo sino ad un mese ulteriore per la fissazione della scadenza delle domande e quindi sino a tutto il 15 febbraio 2024.