DISOCCUPAZIONE AGRICOLA 2024

TUTTE LE INFORMAZIONI PER FARE DOMANDA

A gennaio inizierà la campagna di invio delle domande di disoccupazione agricola 2024.

Per presentare la domanda puoi rivolgerti al Patronato ENAPA nel periodo dal 08 gennaio al 31 marzo 2024.

Elenchiamo un breve riepilogo dei requisiti per l’accesso alla domanda:

gli aventi diritto sono i lavoratori agricoli dipendenti e le figure equiparate: operai o salariati agricoli con contratto a tempo determinato o a tempo indeterminato che lavorano per parte dell’anno.

Per richiederla bisogna inoltre avere:

  • iscrizione agli elenchi nominativi dei lavoratori agricoli dipendenti per il 2023 o contratto a tempo indeterminato per parte del 2023
  • almeno 2 anni di anzianità contributiva nel settore dell’agricoltura, ovvero nel 2022-2023
  • almeno 102 giornate di lavoro nel biennio 2022-2023. Tale requisito può essere perfezionato mediante il cumulo con la contribuzione relativa ad attività dipendente non agricola purché l’attività agricola sia prevalente nell’anno o nel biennio di riferimento

L’indennità spetta nella misura del 40% della retribuzione di riferimento per gli operai agricoli a tempo determinato edel 30% della retribuzione effettiva per operai agricoli a tempo indeterminato.

Per chi ha figli fino ai 21 anni di età (e senza limiti di età in caso di disabilità) o il coniuge a carico, contestualmente può essere avanzata anche la richiesta di altri sostegni familiari (Assegno Unico e Universale o Assegni al Nucleo Familiare).

DOCUMENTI NECESSARI PER PRESENTARE DOMANDA

  • Documento d’Identità (Carta d’Identità, Passaporto) in corso di validità
  • Codice Fiscale
  • Buste paga/contratto di lavoro
  • Eventuali fotocopie di liquidazioni malattia o infortunio per il 2023
  • Permesso di soggiorno, se sei un lavoratore straniero
  • IBAN in corso di validità

DOCUMENTI NECESSARI PER ASSEGNO UNICO O ASSEGNO NUCLEO FAMILIARE

  • Attestazione ISEE in corso di validità
  • Codice Fiscale dei familiari
  • Dichiarazione dei Redditi 2023
  • CU Certificazioni Uniche 2023

NASPI – COMUNICAZIONE DEL REDDITO ANNUO PRESUNTO PER IL 2024

Si ricorda ai percettori di NASPI, che entro il 31 gennaio 2024 è necessario comunicare il reddito annuo presunto 2024 ai fini dell’erogazione della prestazione NASPI già in corso.

Ciò prevede la possibilità di du

  1. Per le prestazioni NASPI già in corso di fruizione in cui nell’anno 2023 è stata effettuata la dichiarazione relativa al reddito annuo presunto, con indicazione di reddito diverso da “zero” è necessario comunicare entro il 31 gennaio 2024 anche il reddito presunto riferito al 2024. Ciò è indispensabile anche se il reddito annuo presunto è pari a “zero”.

In assenza di comunicazione l’erogazione della prestazione NASPI verrà sospesa al 31 dicembre 2023

  • Per chi abbia invece comunicato per il 2023 un reddito annuo presunto pari a “zero” l’erogazione della prestazione non verrà sospesa, fermo restando l’obbligo di comunicazione entro il 31 gennaio 2024nel caso in cui prevedano di produrre per l’anno di riferimento un reddito diverso da “zero”.