Da venerdì 1° dicembre vige, in tutta la Regione e in tutte le zone, il divieto assoluto e non derogabile di distribuzione effluenti, digestato, ammendanti, pollina, e correttivi. Esistono però delle eccezioni:

IN ZONA VULNERABILE:

fino al 14 dicembre è ammessa la distribuzione del letame bovino, equino, ovicaprino, del digestato palabile e degli ammendanti compostati con tenore di azoto < 2.5% SOLO su prati, medicai dal terzo anno e in preimpianto orticole.

IN ZONA ORDINARIA:

è sempre ammessa la distribuzione del letame bovino, equino, ovicaprino, del digestato palabile e degli ammendanti compostati con tenore di azoto < 2.5% SOLO su prati, medicai dal terzo anno e in preimpianto orticole.

Dal 1° gennaio 2024 ricomincerà la pubblicazione dei bollettini che per il mese di gennaio riguarderanno SOLTANTO il liquame (e assimilati) su prati e medicai dal terzo anno in ZONA ORDINARIA.