Comunichiamo che in data 29 gennaio 2024 la Regione E.R. ha deliberato il nuovo “Programma Operativo 2024, per migliorare le condizioni di accesso al Credito di Conduzione con la concessione, tramite gli Organismi di garanzia, di un Aiuto De Minimis sotto forma di concorso interessi”.

Il bando, come negli ultimi anni, propone due linee di credito: “prestito di conduzione max. 12 mesi” e “Prestito di conduzione medio periodo max. 60 mesi, con contributo per i primi 36 mesi” – con il solo regime di aiuto in de minimis.

Per il breve termine l’abbattimento è fissato nella misura del 2%. (Importo minimo richiedibile Euro 6.000,00 e max. Euro 150.000,00)

Per il medio termine l’abbattimento è fissato nella misura del 2,50%.(Importo minimo richiedibile Euro 12.000,00 e max. Euro 500.000,00)

Si tratta di un contributo molto importante, perché l’aiuto previsto (2,5% annuo), viene calcolato per 3 anni ed attualizzato all’anno in cui viene presentata la domanda, per essere poi liquidato all’azienda in 3 rate annuali, uguali e costanti.

Questo aiuto corrisponde all’incirca ad un 4,4% netto: quindi, per semplificare, una domanda dell’importo di Euro 100 mila riceverà un contributo di Euro 4.400,00 pagato in 3 rate uguali di Euro 1.466,00 per i primi 3 anni di durata del prestito.

Le nuove Priorità sono quelle elencate sotto:

P.1           Imprese:

– che hanno subito i danni da eventi alluvionali e ricadenti all’interno dei territori delimitati dal Decreto del Ministero dell’Agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste del 12/09/23 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.222 del 22/09/23);

– attive nella produzione primaria di prodotti agricoli con una superficie minima di 2 ha di impianti frutticoli in produzione (albicocco, susino, ciliegio, pesco, actinidia, pero, melo);

P.2           imprese agricole condotte da giovani imprenditori, con età inferiore ai 41 anni (che non abbiano ancora compiuto i 41 anni alla data di presentazione della domanda;

P.3           imprese agricole ricadenti nelle zone svantaggiate individuate dalla versione 9.2 del Programma di Sviluppo rurale della Regione Emilia-Romagna;

P.4           altre imprese agricole del territorio regionale.

La dotazione finanziaria complessivamente ammonta ad Euro 1.930.000,00, così ripartiti: Euro 1.300.000,00 per le domande a breve termine ed Euro 630.000,00 per quelle a medio periodo.

Abbiamo avuto rassicurazione dall’Assessore all’Agricoltura della Regione Emilia Romagna che, in sede di assestamento di Bilancio, la Regione si farà carico di tutte le richieste pervenute per riuscire a soddisfarle.

La data di scadenza di presentazione delle domande è fissata al 6 maggio 2024. 

Ricordo che le aziende devono essere in Regola con il DURC anche al momento della presentazione della domanda.

Gli uffici tecnici sono a disposizione per ogni chiarimento e per la predisposizione delle domande.