La Legge di Bilancio 2024 dispone, per contrastare l’evasione nel settore del lavoro domestico, che l’Agenzia delle Entrate e l’INPS realizzino la piena interoperabilità delle proprie banche dati.

Tale attività di cooperazione sarà realizzata d’intesa tra le amministrazioni, anche attraverso l’utilizzo di tecnologie digitali avanzate.

Inoltre, al fine di favorire l’adempimento spontaneo delle obbligazioni a carico del contribuente lavoratore domestico (pagamento dell’IRPEF), viene disposto che l’Agenzia delle Entrate metta a disposizione del lavoratoredomestico i dati acquisiti dall’INPS.

Tali informazioni saranno utilizzate anche per la predisposizione della dichiarazione precompilata e per segnalare eventuali anomalie al medesimo contribuente.

Infine, viene previsto che l’Agenzia delle Entrate e l’INPS:

  • effettuino attività di analisi del rischioe controlli sui dati retributivi e contributivi, anche comunicati in fase di assunzione;
  •  realizzino interventi volti alla corretta ricostruzione della posizione reddituale e contributiva dei lavoratori domestici.